Shanti Bhavan


Shanti Bhavan, “oasi di pace”, è una casa e una scuola d’eccellenza per circa 210 dei più vulnerabili e svantaggiati bambini dell’India. È stata fondata nel 1997 dall’imprenditore, docente ed autore Dr. Abraham George nell’ambito dei progetti realizzati dalla George Foundation (TGF).

Shanti Bhavan si trova nel estremo nord del Tamil Nadu, vicino ai confini del Karnataka e dell’Andhra Pradesh, ad est di Bangalore, distante circa 70 km e due ore d’auto. Il villlaggio più vicino è Baliganapalli.

Shanti Bhavan è sorta per sviluppare le capacità dei bambini nati negli ambienti più degradati dell’ India rurale, fornendo loro istruzione di classe mondiale e valori condivisi a livello globale per consentire loro di aspirare a carriere e professioni di loro scelta. L’obiettivo principale è fare in modo che i figli di Shanti Bhavan, una volta istruiti e professionalmente realizzati, possano aiutare le loro famiglie e la comunità di appartenenza, rompendo il circolo vizioso della povertà. La missione di Shanti Bhavan, quindi, non è solo quella di provvedere alle esigenze immediate dei ragazzi, ma anche quella di creare dei futuri leader, in grado di competere nel mondo d’oggi e intervenire per rimuovere le condizioni di segregazione, emarginazione e povertà, a cui sarebbero stati destinati senza l’intervento di Shanti Bhavan. Il fondatore, Dr. George, ha dichiarato: “Se un ragazzo avrà successo, altri 1000 ne beneficeranno.

In origine, i costi per la costruzione ed il mantenimento di Shanti Bhavan provenivano principalmente dal suo fondatore e dai suoi stretti collaboratori. Problematiche finanziarie nel corso del 2008 hanno fortemente limitato la misura dell’intervento della George Foundation al sostegno degli stipendi degli insegnanti e delle spese relative al soggiorno dei ragazzi, così che, negli ultimi anni Shanti Bhavan ha ampliato la sua base di finanziamento coinvolgendo soggetti privati, attraverso campagne di sensibilizzazione.

In Shanti Bhavan tutte le religioni sono rispettate, anche se nessuna in particolare è praticata: libri sacri di tutte le principali religioni diffuse in India sono conservati in una stanza comune di preghiera per gli studenti e le principali ricorrenze religiose, come Diwali, Eid, e Natale, sono celebrate.

I bambini che crescono a Shanti Bhavan provengono da famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà indiana – Rs. 2.400 ( 40 Euro circa) al mese per una famiglia di 4 o più persone. Il 60% dei bambini è nato nei villaggi rurali e il 40% nelle baraccopoli urbane. Circa il 95% dei bambini che rientrano in questo criterio appartengono alla sottocasta dei Dalit, i cosidetti “intoccabili”: in molte realtà indiane, infatti, nonostante il sistema castale sia stato abolito con la costituzione del 1950, esso sostanzialmente rimane, determinando una condizione di forte discriminazione sociale.

I bambini  entrano in Shanti Bhavan all’età di quattro anni e vi rimangono fino a circa diciassette, cioè fino al raggiungimento del diploma di scuola superiore. La George Foundation provvede, poi, a seguire i ragazzi anche negli anni successivi, durante la frequenza delle migliori università di Bangalore, fino all’ottenimento di un posto di lavoro prestigioso. I bambini sono selezionati presso gli stati del Tamil Nadu e del Karnataka da un team  composto da un assistente sociale, un pediatra, il preside della scuola e uno psicologo clinico. Quest’ultimo, attraverso vari test, determina se il bambino sarà in grado di gestire la fuoriuscita dall’ambiente familiare ed affronatare quello di una scuola rigorosa. Ogni anno vengono selezionati 12 ragazzi e 12 ragazze. Nel 2008 e nel 2009, nessuna nuova classe ha iniziato il suo corso a causa delle suddette difficoltà finanziarie.

In Shanti Bhavan opera un team altamente competente di docenti a tempo pieno, personale amministrativo e personale di supporto. I bambini hanno una pausa di un mese in genere durante il mese di maggio, e una pausa invernale di due settimane, in genere durante la seconda metà di dicembre. Durante queste soste di solito raggiungono la loro famiglia. I genitori hanno sempre il permesso di visitare i loro bambini all’interno della scuola e, in genere, intervengono per eventi speciali, come la cerimonia che assegna il diploma agli studenti.

Shanti Bhavan segue un modello assolutamente unico di educazione ai poveri e nella lotta contro le ingiustizie sociali: nessun’altra scuola è in grado di mantenere un impegno educativo a lunghissimo termine ed investimenti di qualità nella vita dei bambini. I bambini che frequentano Shanti Bhavan vivono gratuitamente per 10 mesi l’anno in un bellissimo campus. Qui vi è un vasto frutteto con più di 20 varietà in grado di soddisfare l’intero fabbisogno della scuola per tutto l’anno. Gli alberi e il paesaggio circostante attirano molti tipi di uccelli, farfalle e altri animali. Il campus è costituito dall’edificio scolastico, con le singole aule per ciascun grado, aule supplementari per i gradi più alti, laboratori scientifici, un laboratorio informatico, una sala d’arte, una sala musica, due biblioteche, quindi, le residenze separate per ogni grado, la palestra, la cucina con la sala da pranzo, gli edifici amministrativi, il campo da basket e un campo sportivo.

Recent Comments

0 comments

 
Leave Comment

Search
Iscriviti alla Newsletter